Corsi Open Fitness

Nasce la NUOVA SEZIONE tutta dedicata al FITNESS IN PALESTRA firmata @giovanna.campanile

FUNCTIONAL TRANING

Cos’è il functional training allenamento funzionale? È un modo per tenersi in forma, sì, insomma: allenarsi. Ma al tempo stesso insegna a muoversi in maniera armoniosa, con o senza attrezzi. Ovviamente, così come tutte le attività fisiche, anche il funcional training è di grande aiuto per chi vuole perdere peso e restare in linea, per rassodare e tonificare il proprio corpo e i propri muscoli. Ma come funziona?

Il metabolismo sale, il peso scende

Ci sono tre obiettivi fitness primari del functional training: perdita di pesoaumento muscolare e miglioramento della performance. Okay, probabilmente molti di noi sono interessati all’idea di dimagrire con il functional training. Utilizzando il corpo nella sua complessità in ogni esercizio, e non solamente pochi muscoli alla volta, c’è un maggiore dispendio energetico, quindi si bruciano più calorie e allo stesso tempo permettendo di tonificare tutti i muscoli contraendoli in modo sinergico.

POSTURAL YOGA

È forse limitante parlare di yoga posturale perché, in effetti, tutto lo yoga è adatto per mantenere una corretta postura. L’allenamento all’ascolto del proprio corpo, alla concentrazione, alla propriocezione e alla meditazione, infatti, permettono di portare ciò che si impara e si sperimenta sul tappetino anche nella vita di tutti i giorni; ciò comporta che le posizioni corrette apprese durante la pratica diventano sempre più naturali e spontanee, così come diviene sempre più semplice acquisire e mantenere una corretta igiene posturale.

Lo yoga posturale ha, però, il principale obiettivo di correggere i problemi e gli squilibri posturali; possiamo considerarlo una sorta di derivazione occidentale della pratica originaria, visto che si concentra proprio su quelle posizioni che sfruttano i riflessi neuro muscolari per ripristinare la condizione di equilibrio; in questo modo è possibile combattere un torcicollo, risolvere un mal di schiena, lenire il dolore cervicale e, più in generale, acquisire una condizione armonia e di benessere. Ovviamente anche lo yoga posturale, sebbene abbia una vocazione più fisica, mantiene anche la componente spirituale; non mancano infatti gli asana dedicati al rilassamento e alla concentrazione e gli esercizi di respirazione.

Da aggiungere, per concludere, che lo yoga posturale si rivela perfetto anche quando si deve recuperare la condizione fisica dopo un incidente o un’operazione; possiamo quindi considerarlo una forma base dello yoga terapeutico.

GINNASTICA ANTALGICA

La ginnastica antalgica, altrimenti detta “ginnastica dolce”, è una forma di movimento caratterizzata da gesti armonici e misurati, nella maggior parte finalizzati a curare, prevenire o lenire ogni tipo di dolore muscolare o articolare.

In particolar modo questa disciplina è consigliata per tutti quelle patologie causate dall’invecchiamento fisiologico come l’artrite, la lombalgia, l’osteoporosi e i vari tipi di artrosi lombare, cervicale.

La ginnastica antalgica viene considerata una terapia correttiva e può essere facilmente praticata sia dagli uomini che dalle donne.

Essa è adatta soprattutto per persone in età adulta desiderose di migliorare il rapporto con il proprio corpo, e anche per chi non svolge da tempo alcuna attività fisica.

Infatti la ginnastica antalgica permette di eseguire un’attività ginnica completa senza compromettere le funzioni dell’apparato scheletrico.

Anche grazie al fatto che permette di migliorare i movimenti e conoscere al meglio i propri limiti fisici, la ginnastica antalgica viene anche utilizzata come ausilio fisioterapico e riabilitativo.

Grazie a questa particolare ginnastica, il paziente riesce a prevenire o a ridurre sensibilmente l’insorgere di dolori scheletrico-muscolari derivanti da vita sedentaria, abitudini sbagliate, traumi in seguito a incidenti stradali o movimenti bruschi e improvvisi.

Oltre che per migliorare il tono muscolare e conservare un’adeguata massa ossea, la ginnastica antalgica è un ottimo rimedio contro lo stress e gli stati cronici di ansia.

Questa disciplina è un ottimo strumento anche per raggiungere un’ottima postura del corpo, spesso compromessa da posizioni scorrette che, se non curate in tempo, possono generare fastidiose patologie a livello vertebrale.

Con la ginnastica antalgica quindi sarà possibile mettere in pratica esercizi mirati per aiutare il corpo ad assumere e mantenere una giusta postura.

La ginnastica dolce può essere utile anche per bambini e adolescenti afflitti da malattie come la lordosi, la cifosi, il ginocchio valgo e la scoliosi.

PILATES

Il pilates è un tipo di ginnastica (metodo fitness) di tipo rieducativo, preventivo ed ipoteticamente terapeutico (riabilitativo), focalizzato sul controllo della postura – tramite la “regolazione del baricentro” – a sua volta necessario a guadagnare maggiore armonia e fluidità nei movimenti. Dovrebbero trarre vantaggio dall’esecuzione regolare di pilates soprattutto la colonna vertebrale e il controllo dell’equilibrio.

A differenza di molti tipi di ginnastica, il metodo pilates segue rigorosamente i princìpi fondati su una precisa base filosofica e teorica. Non si tratta quindi di un semplice insieme di esercizi, ma di un vero metodo che, negli ultimi sessanta anni di pratica e di osservazione, si è sviluppato e perfezionato continuamente.

Con ordine, il meccanismo di funzionamento del metodo pilates potrebbe essere sintetizzato come segue:

  1. Individuazione del “problema” o dello scompenso, analizzando il baricentro del corpo
  2. Acquisizione della tecnica di pilates, rispettando i principi di: concentrazione, controllo, fluidità, precisione e respirazione
  3. Pratica regolare e sistematica degli esercizi di pilates, con regolare verifica del baricentro e della postura.

Benefici teorici del Pilates

Stando a quanto diffondono i suoi praticanti, il Pilates dovrebbe migliorare:

  • flessibilità ed estensione del movimento;
  • coordinazione;
  • forza e resistenza muscolare;
  • postura statica e dinamica;
  • controllo del centro del corpo (core), del quale fa parte anche il pavimento pelvico;
  • qualità della vita;
  • capacità di adattamento e percezione;
  • autostima e responsabilità verso il proprio corpo;
  • controllo e la concentrazione mentale;
  • respirazione, che diventa più efficiente;
  • connessione mente-corpo.

E tu cosa scegli?! Nuovi programmi e nuovi allenamenti su misura per te, ti aspettano!!

Passa da noi oppure contattaci per avere maggiori informazioni.